Ove stranice koriste kolačiće da bi ti osigurali bolju uslugu. Ako nastavljaš surfati pristaješ na korištenje kolačića OK

Magister Giotto – La Cappella degli Scrovegni

Datum:

07/11/12


Magister Giotto – La Cappella degli Scrovegni

“Magister Giotto – La Cappella degli Scrovegni” è una mostra immersiva di Cose Belle d’Italia Media Entertainment - Gruppo Cose Belle d’Italia - per raccontare il grande artista italiano Giotto di Bondone e il suo periodo storico, attraverso il grandioso affresco realizzato, con la sua Bottega, tra il 1303 e il 1305 nella città di Padova.

La mostra – la prima multimediale dedicata a Giotto - per Zagabria è pensata in due spazi consequenziali: l’uno relativo ai contenuti artistici e teologici in una installazione immersiva e scenotecnica, l’altro dove sono approfonditi il periodo storico e le tecniche pittoriche utilizzate dall’artista in un film breve girato interamente all’interno della Cappella degli Scrovegni.

La declinazione dei contenuti di “Magister Giotto – La Cappella degli Scrovegni” è restituita attraverso una narrazione drammaturgica e musicale, nella migliore tradizione filmica italiana e la sperimentazione di alte tecnologie, nuove tecniche di ingrandimento e montaggio delle immagini, dove la parola scritta è recitata e la colonna sonora è mixata a supporto della suggestione delle immagini: i visitatori sono così immersi in un’esperienza assolutamente unica e valoriale, accompagnata dalla voce dell’attore Luca Zingaretti e la musica originale del jazzista Paolo Fresu.

La tecnologia - a disposizione dell’arte - offre ai visitatori un’esperienza unica e senza precedenti, dove dettagli pittorici e vicende umane vengono approfonditi culturalmente ed amplificati visivamente, per cogliere tutta la profondità dell’arte di Giotto e della sua Bottega.

La Cappella degli Scrovegni di Padova è uno dei massimi capolavori dell’arte occidentale. La storia ha inizio il 6 febbraio 1300 quando Enrico Scrovegni – un ricco banchiere padovano - acquistò l’area dell’antica Arena romana e vi costruì un palazzo sontuoso, collegato a una Cappella destinata a oratorio privato e a monumento sepolcrale. A trentacinque anni, Giotto è chiamato a illustrare questo monumento, secondo un programma iconografico e teologico molto complesso. Nella Cappella degli Scrovegni, nel clima del primo Giubileo della storia, proclamato da Bonifazio VIII in quello stesso febbraio 1300 – va in scena la riconciliazione di Dio con l’umanità e il percorso che ciascuno di noi è chiamato a compiere per poter sperare nella salvezza.

“Magister Giotto- La Cappella degli Scrovegni” è una mostra curata da Alessandro Tomei, Professore Ordinario di Storia dell’Arte Medievale, e Giuliano Pisani, Filologo Classico e Storico dell’Arte; in stretta collaborazione con il Direttore Artistico Luca Mazzieri, Autore e Regista, con il Direttore Esecutivo Alessandra Costantini, Architetto e Progettista e con la supervisione creativa di Renato Saporito, Amministratore Delegato di Cose Belle d’Italia Media Entertainment.

“La nostra sfida è promuovere la bellezza – dichiara Renato Saporito, amministratore delegato cose Belle d’Italia Media Entertainment – attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale italiano, rivitalizzandolo in chiave contemporanea, restando sempre fedeli a quattro parole chiave: cultura, tecnologia, emozione, rigore scientifico”.

Magister è un Format originale, pensato con una prima trilogia di mostre dedicate a tre grandi Maestri dell’Arte Italiana: Magister Giotto (2017), Magister Canova (2018) - entrambe con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali- e, in preparazione, Magister Raffaello.

Il Format ha l’obiettivo di promuovere la Cultura Italiana con il contributo di Comitati Scientifici Internazionali, attraverso una divulgazione educativa e di intrattenimento multimediale rivolta a un pubblico di qualunque età e preparazione culturale, con un programma di diffusione in Europa e nel Mondo.

Info:
http://www.amz.hr/

Informacije

Datum: DA Sri 7 Stu 2018 u Uto 15 Sij 2019

U organizaciji : Istituto Italiano di Cultura

U suradnji s : Arheološki muzej

Ulaz : Uz plaćanje


Mjesto:

Galerija AMZ, P. Hatza 6, Zagreb

1511