Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Translab, laboratorio di traduzione letteraria dall’italiano in croato

translab logo (1)

Translab, laboratorio di traduzione letteraria dall’italiano in croato, riparte a tutto gas il 23 febbraio 2024. Anche quest’anno c’erano più interessati, e solo dieci i posti disponibili. Il primo incontro con dieci giovani traduttori si svolgerà presso la sede dell’Associazione dei Traduttori Letterari Croati, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Zagabria.

Affrontiamo quest’anno un genere nuovo per il Translab: il saggio. Anzi, trenta saggi! Trenta brevi saggi de L’arte contemporanea spiegata a tuo marito, libro in cui Mauro Covacich presenta trenta artisti contemporanei, con tanto spirito e con uno straordinario acume critico. Il primo incontro, con la coordinatrice del Translab italo-croato Snježana Husić, è dedicato al grande Marcel Duchamp, che “ci fa riflettere sul concetto di cornice”.

Mauro Covacich (Trieste, 1965) è autore di racconti, saggi e numerosi romanzi. Con la raccolta di racconti La sposa (2014) è stato finalista del Premio Strega. Quattro romanzi compongono il cosiddetto “ciclo delle stelle”: A perdifiato (2003), Fiona (2005), Prima di sparire (2008) e A nome tuo (2011, da cui Valeria Golino ha tratto il film Miele), a cui si aggiunge, a comporre una pentologia, la videoinstallazione L’umiliazione delle stelle (2010). Tra le opere recenti, spiccano i romanzi La città interiore (2017, vincitore Premio Brancati e finalista Premio Campiello), Di chi è questo cuore (2019) e L’avventura terrestre (2023). Nel 1999 l’Università di Vienna gli ha conferito l’Abraham Woursell Award. In croato si possono leggere i racconti di Anomalie (1998; Anomalije, trad. di Marko Kovačić, 2020) e il saggio Trieste sottosopra (2006; Po Trstu zbrda-zdola, trad. di Tatjana Peruško e Sanja Roić, 2014). Scrittore e maratoneta, Covacich nel 2021 pubblica il saggio Sulla corsa.

Snježana Husić è nata a Zagabria nel 1969. Dopo la laurea in letteratura comparata e italianistica a Zagabria, ha proseguito gli studi come perfezionanda della Scuola Normale Superiore di Pisa. La tesi di dottorato, dedicata alle figure di animali nella letteratura italiana del Medioevo, l’ha discussa all’Università di Zagabria, dove ha insegnato letteratura italiana e traduzione letteraria (2000-2022). Ha pubblicato più di sessanta libri di traduzioni dall’italiano e dall’inglese, e ha ricevuto due volte il Premio “Josip Tabak” dell’Associazione dei Traduttori Letterari Croati. Collabora con il Translab italo-croato dal 2016. La sua prima maratona l’ha finita nel 2013.

  • Organizzato da: DHKP - Društvo hrvatskih književnih prevodilaca
  • In collaborazione con: IIC